“Mi chiamano Cancro”, il racconto su Cultura è Salute

"Mi chiamano Cancro", il racconto su Cultura è Salute"Mi chiamano Cancro", il racconto su Cultura è Salute

Il mio cuore è colmo di commozione e di gioia perché sto riconoscendo un valore nuovo alla mia vita alla luce di quanto esperienze di vita vissuta possano essere funzionali nell’aiutare l’altro. 🥰

Sono felice che il dolore della mia esperienza con il CANCRO che mi ha colpita e soprattutto ciò che essa mi ha insegnato possa essere d’esempio e di beneficio per gli altri.

Riconoscere una funzionalità alla sofferenza non è affatto facile, ma non è impossibile!

👉 Ringrazio di cuore la psicologa e psicoterapeuta Daniela Di Renzo per avermi proposto di testimoniare sul portale “LA VOCE DEI MEDICI” e ringrazio «Cultura è salute» e «Club Medici» per avermi permesso di pubblicare il mio racconto sul sito, rete di migliaia di medici e professionisti nel campo sanitario e del benessere.

La Voce dei Medici vuole partire dalla voce di chi la sanità la vive da dentro e ha voglia di raccontare i propri vissuti, con riflessioni, approfondimenti, note di costume che passino attraversano il rapporto con il paziente, il territorio, il sistema sanitario, la cultura, la formazione.

Dedico questo articolo in particolar modo alle mie compagne di viaggio di Andos Velletri.

Che questa mia testimonianza sia VOCE soprattutto per chi non riesce a condividere o non può più.

GRAZIE. 🙏

Serena Derea Squanquerillo

LEGGI: Mi chiamano Cancro su Cultura è Salute

Il racconto originale è stato pubblicato per la prima volta nella raccolta Le Fenici, storie di donne rinate a cura di Daniela Deflorio, edito da Amazon e acquistabile sia in formato cartaceo che ebook. Tutti i proventi vanno in beneficenza al centro antiviolenza Emma onlus di Torino.

SCARICA il racconto originale

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *