Sulla riva del fiume Aered

Sulla riva del fiume Aered

È una bella e tiepida giornata di sole. ☀️
Derea se ne sta pensierosa nel suo giardino, seduta sulla riva del fiume Aered.
D’improvviso specchiandosi nell’acqua, si accorge di colori che conosce bene e capisce che la sua Anima le vuole parlare… 🌺

A: Che cosa ti turba? È una così bella giornata!
D: Ho paura di stare a sbagliare qualcosa di importante.
   Ci sono molti cambiamenti in atto nella mia vita e ho paura di farmi male…

A: Di cosa parli? Ti stai impegnando a fare ciò che ti viene più naturale, perché avere paura? Sei te stessa.
D: Mh, sì ma sono esigente sulla qualità dei risultati. Un attimo sono soddisfatta e un momento dopo ho dubbi tremendi che mi assalgono!

A: Se ti senti frustrata è perché dubiti di chi sei e ti convinci di non avere un ruolo preciso nella tua vita… ma un ruolo lo hai, pensaci bene!

   Sei esattamente te stessa nel tuo variopinto modo di essere e di esprimerti.
   Dici sempre che per te è prioritario vivere in modo naturale, no?

   Se riconosci davvero il valore autentico di questo tuo desiderio, non puoi fare altro che seguire il tuo cuore e agirlo.

D: Sì! È quello che desidero davvero, ma a volte torno a farmi distrarre e ingannare dai meccanismi delle etichette, delle categorie in cui ognuno di noi “dovrebbe” rientrare per sentirsi inserito all’interno dell’esistenza…

   Tutte quelle definizioni però mi rendono allergica e così torna la frustrazione.

A: Le categorie sono un punto di riferimento perché tu possa orientarti nel conoscerti meglio e comprendere cosa vuoi e cosa no.

   Usale come bussola per darti una direzione quando devi muoverti tra le persone e negli ambienti, ma non lasciare che ti definiscano.

   Non ti nascondere. Inventati!  Tu sei chi credi di essere.

   In questo momento ti stai guardando in uno specchio d’acqua.
   Cosa vedi?

D: Te…

A: Te… stessa. Nessuna etichetta pre-confezionata. Davanti a questo specchio sei nuda. Cos’altro devi aggiungere?
D: Solo la certezza di stare bene così come sto. Quello che vedo mi sta dando sollievo e mi sento di nuovo serena.

A: Ti stai sentendo e sei serena. Ottimo lavoro!
   È la dimostrazione che non c’è nulla di sbagliato e che stai affrontando i cambiamenti ponderando i tuoi passi con onestà e consapevolezza.

   Continua per la tua strada e se cadrai, perché ci saranno momenti in cui cadrai di nuovo, rialzati e cerca solo di comprendere cosa accade prima della prossima mossa.

   Non devi avere paura, io sarò con te in ogni passo.

   Segui ciò che senti e tramite le corde 💗 che vibreranno in te, riconoscerai il nostro muoverci in accordo in questo fluire dinamico che è la vita.

D: Ricordo la sensazione. Grazie di avermi restituito chiarezza.
A: Non potrei fare diversamente! Goditi la tua serenità. 
   Quest’acqua è quieta e limpida e oggi è proprio una bella e tiepida giornata di sole.

Derea sorride e in silenzio contempla serenamente la natura, in compagnia dei colori.

Condividi

2 thoughts on “Sulla riva del fiume Aered

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *